Operazione alla cataratta: convalescenza

Per quanto l’intervento alla cataratta sia un’operazione veloce e poco invasiva, è possibile avvertire qualche disturbo, durante la convalescenza. E’ probabile infatti, percepire un leggero fastidio, come una sensazione di bruciore per le prime 4/5 ore. Dopo di che, sarà già possibile riuscire a vedere abbastanza bene.

Nei successivi quindici giorni, c’è la possibilità che si presentino sintomi del tutto normali, come la lacrimazione o l’arrossamento, la visione di corpuscoli piccoli e scuri che si muovono o percepire la luce in maniera allungata, con un alone intorno. Questi sintomi fanno parte del decorso di guarigione e spariranno gradualmente.

Già dal giorno seguente, se questi fastidi non saranno eccessivi, sarà possibile leggere, guardare la televisione e usare il computer (se il parere medico lo consentirà). La visione potrebbe avere delle fluttuazioni, causate da un moderato astigmatismo fisiologico che tenderà a diminuire progressivamente.

Il prurito e la sensazione di avere qualcosa nell’occhio, sono sintomi del tutto normali durante la convalescenza dopo un intervento alla cataratta, che scompariranno nel tempo. Il rischio più temuto durante la convalescenza post cataratta, anche se alquanto raro, è l’infezione. Il paziente dovrà quindi seguire le istruzioni date dal medico e occuparsi di tenere la zona oculare pulita e disinfettata, secondo gli accorgimenti dati in consegna, che comprenderanno l’uso di pomate e di gocce oftalmiche.

 vision-future-post-cataratta

Cosa non fare

Durante la convalescenza post cataratta, è bene avere alcuni accorgimenti, come:

  • Non toccare l’occhio per almeno una settimana
  • Non dormire dal lato dell’occhio che ha subito l’intervento, per qualche giorno
  • Non sollevare pesi ed evitare la palestra per un mese
  • Fare la doccia e lavarsi i capelli stando attenti al sapone
  • Evitare la cosmesi per almeno quindici giorni

Conclusioni

La convalescenza post operazione alla cataratta, in generale è semplice e veloce come l’intervento stesso. Seguendo le indicazioni mediche e mantenendo qualche piccolo accorgimento, la guarigione sarà rapida e senza troppe preoccupazioni.

Bisogna pensare inoltre, che poco dopo, il paziente si sentirà subito meglio e la sua qualità della vita si innalzerà notevolmente. Cervello e occhio, inizieranno a comprendere come lavorare insieme e la vista diventerà via via sempre più buona.