Il sistema oculare vanta uno dei meccanismi più complessi e perfetti del corpo umano, basti pensare alla complicata anatomia dell’occhio. La complessità, tuttavia, porta con sé una maggiore probabilità di disturbi e affezioni: non è raro incorrere in fastidiose infiammazioni all’occhio, che colpiscono diverse parti del bulbo creando problemi alla vista, arrossamenti, dolore.

Ho un’infiammazione all’occhio: cosa può essere?

Un occhio infiammato può essere segno di diverse patologie, a seconda della zona interessata; un’infiammazione oculare, infatti, può colpire varie parti del sistema visivo, da quelle esterne come la palpebra a quelle superficiali quali la cornea o la congiuntiva, sino a quelle interne. Anche sintomi, cause e rischi variano al cambiare della zona colpita: nel caso in cui sia colpita la palpebra, per esempio, vi saranno meno possibilità che l’infiammazione si aggravi a tal punto da inficiare la vista, e così di conseguenza.

I sintomi dell’infiammazione oculare

I sintomi dell’infiammazione all’occhio sono simili nella maggior parte dei casi: tra questi, quelli maggiormente diffusi sono gli occhi arrossati, la sensazione di avere qualcosa nell’occhio, il bruciore e il prurito. In caso di infiammazione avanzata, possono esserci secrezione di muco e, nel peggiore dei casi, di pus.

Per quanto riguarda la vista, nei casi di infiammazione all’occhio lieve o nelle sue fasi iniziali, difficilmente vi saranno problemi di sorta; tuttavia, se l’infiammazione viene trascurata o addirittura ignorata, a lungo andare anche la visione potrà risentirne, con cali anche notevoli, intorbidimento delle immagini e sensibilità alla luce.

Infiammazione oculare alla palpebra

Abbiamo affrontato in precedenza su questo blog il caso di infiammazione della palpebra: in particolare, essa può risentire di irritazioni dovute a infezione delle ghiandole secretrici di liquido lacrimale poste sul bordo dell’occhio, i cui pori vengono chiusi e ne conseguono gonfiore, prurito e dolore. Quando l’infiammazione colpisce questa zona si parla di calazio, di orzaiolo o di blefarite.

Infiammazione oculare alla zona superficiale dell’occhio

L’infiammazione oculare può colpire altresì la zona esterna dell’occhio, quella superficiale composta da sclera, congiuntiva e cornea. Il disturbo più diffuso e conosciuto di questa zona è la congiuntivite: in un’unione di bruciore, arrossamento e prurito, la superficie dell’occhio lacrima copiosamente. Si tratta della congiuntiva, membrana trasparente che ricopre l’occhio, colpita da infiammazione, che come conseguenza secerne muco.

Anche sclera e cornea possono essere colpite da infiammazione: si parla in quel caso di sclerite, episclerite e di cheratite. Anche questi disturbi portano con sé bruciore, rossore e prurito.

Infiammazione oculare interna al bulbo

Quando l’infiammazione oculare colpisce la zona più interna dell’occhio, spesso si parla di uveite, dalla zona anatomica dell’occhio chiamata uvea. L’uveite, che può essere classificata in uveite anteriore, posteriore, intermedia o panuveite, va a colpire la tonaca interna del bulbo, parte composta per lo più di vasi sanguigni e che quindi purtroppo ben si presta alle infiammazioni.

L’uveite anteriore è quella più diffusa, e colpisce la parte anteriore dell’uvea, esattamente come quella posteriore va a infiammare la relativa zona e quella intermedia la zona di mezzo. La panuveite insorge nel malaugurato caso in cui l’infiammazione comprenda tutta la zona dell’uvea. In tutti i casi di uveite, l’occhio appare molto arrossato e irritato, mentre di zona in zona cambia la gravità dei sintomi.

 

Rimedi per le infiammazioni all’occhio

Essendo cause e zone colpite dalle infiammazioni oculari decisamente ad ampio spettro, anche i rimedi sono i più svariati: sarà il medico curante a comprendere quale sia la causa dell’infiammazione in corso e a consigliare la cura. La cura nella maggior parte dei casi si divide tra rimedi naturali e medicinali: per alleviare dolore e prurito si consigliano impacchi di acqua e camomilla tiepide, mentre il medico deciderà una cura che generalmente si risolve in pomate e colliri antibiotici.

Il consiglio sempre attuale è quello di fare molta attenzione all’igiene della zona colpita da infiammazione e di non cedere al prurito, poiché questo potrebbe estendere la zona infetta.

Infiammazione oculare: una patologia da non sottovalutare

Pur trattandosi nella stragrande maggioranza di problemi poco gravi, è il caso di non sottovalutare mai un’infiammazione oculare: nei casi più gravi e trascurati possono insorgere problemi alla vista, in quelli estremi, soprattutto in caso di uveite, cecità.