L’OCT e l’innovazione in campo diagnostico.

Cos’è?

L’OCT (Optical Coherent Tomography) è un esame diagnostico, non invasivo, che permette di darci preziose informazioni sullo spessore della retina, sulla sua conformazione e sul rapporto tra i diversi strati che vanno a comporla. Attraverso molteplici immagini riguardanti lo stato della retina, da la possibilità di analizzarla e di fornire una visione completa della macula (area centrale del tessuto retinico che ci consente di leggere, vedere i volti, etc).

doctor-1228627_1280L’OCT permette di ottenere scansioni retiniche e corneali precise e chiare, attraverso le quali è possibile analizzare nel dettaglio i diversi strati della cornea e del nervo ottico. Questo metodo consente la diagnosi e il follow up di molteplici disturbi, come la degenerazione maculare senile, il glaucoma e la retinopatia diabetica. Essendo un test digitalizzato, permette altresì, il confronto tra i diversi esami fatti nel tempo, fornendo al paziente le mappe differenziali circa il suo stato di salute.

E’ un esame utilizzato anche per diagnosticare tempestivamente diverse e ulteriori patologie, quali: membrane epiretiniche, fori maculari, èdema maculare, degenerazioni maculari dovute all’età ecorioretinopatia sierosa centrale.

Come viene fatto l’OCT?

La durata dell’analisi è breve, dura circa quindici minuti.

Il paziente viene fatto accomodare di fronte allo strumento e gli viene chiesto di fissare un punto luminoso. Da lì in poi, vengono scattate una serie di “fotografie” alla struttura oculare da analizzare. E’ un esame preciso che grazie agli apparecchi attuali, può essere eseguito senza la dilatazione della pupilla, mantenendo comunque risultati ottimali. In quanto non invasivo, necessita solamente della messa in posa del collirio midriatico.

Chi lo può fare?

Tutte le persone che sospettano un disturbo o patologia retinica, corneale o del nervo ottico.

Non si può eseguire in chi presenta assenza di fissazione, opacità dei mezzi diottrici oculari e un’alterazione del film lacrimale.

Conclusioni

La Tomografia a coerenza ottica (OCT) è un esame veloce e innocuo, non invasivo, che permette in poco tempo di diagnosticare un relativo numero di disturbi oculari, legati a retina e cornea. Fornendo la possibilità di un futuro follow up, permette il confronto dei dati ottenuti e una continua supervisione della situazione oculare.