Vista annebbiata: cosa comporta?

Avere la vista annebbiata da un occhio (o da entrambi gli occhi), potrebbe corrispondere a diversi disturbi o patologie, più o meno gravi.

Se la visione risulta poco nitida o appannata e si fatica a distinguere i dettagli di ciò che stiamo guardando, è possibile che tra le principali cause, si presentino i difetti refrattivi, come la presbiopia, la miopia, l’astigmatismo e l’ipermetropia. I casi più gravi, potrebbero essere indice di problemi più importanti, come disturbi neurologici o patologie inerenti gli occhi. Se la vista annebbiata comunque, insorge improvvisamente, è consigliabile contattare il medico curante o l’oculista, per prenotare una visita approfondita che dovrà comprendere il test della vista con tabella di Snellen, il test di sensibilità al contrasto e un’analisi con il biomicroscopio.

Episodi in cui si può presentare il problema di vista annebbiata

Per le donne, la vista offuscata, è un disturbo che può insorgere durante il periodo della gravidanza e spesso, può essere associata anche alla diplopia, cioè alla visione doppia. Questi episodi, sono dovuti ai cambiamenti ormonali, che possono incidere e alterare lo spessore della cornea e provocare anche una certa secchezza oculare. In alcuni casi possono collegarsi a un diabete gestazionale o a un problema di pressione alta.

Anche in questo caso, è bene rivolgersi al proprio medico, per avviare tutti i controlli necessari per capirne la causa e trovare insieme, la terapia o l’intervento più adeguato alla persona o alla situazione. Altri episodi in cui si può presentare la vista offuscata da uno o da entrambi gli occhi, possono essere nei soggetti che hanno appena subito ictus o attacchi ischemici cerebrali transitori, che hanno un’abrasione della cornea, una renitonopatia diabetica, una degenerazione maculare senile, o un post trauma subito agli occhi. In alcuni individui più sensibili, anche l’uso scorretto di colliri o lenti a contatto, possono causare annebbiamento alla vista.

Lo stesso fenomeno, può accadere anche tra chi frequenta la palestra, soprattutto per chi la pratica assiduamente o per chi non è abituato. Dopo una serie di potenziamenti intensi, sbalzi di pressione o un’eventuale ipoglicemia, possono provocare un transitorio annebbiamento della vista.

Infine, è un problema presente, come già detto precedentemente in uno scorso articolo, in tutti quei soggetti che hanno appena subito un intervento Lasik o altri tipi di chirurgia refrattiva. In casi come questi, la vista dovrebbe tornare normale nel giro di un breve periodo.

Conclusioni

La vista annebbiata da uno o entrambi gli occhi, è un sintomo abbastanza comune e come abbiamo visto, ha diverse possibili cause. Avere la percezione di scarsa nitidezza di oggetti vicini o lontani, può essere sinonimo di anzianità così come di problemi ben più gravi.

La vista annebbiata, è sintomo di un disturbo, che può essere transitorio, o con radici più profonde. Agire tempestivamente sul problema, cercando di capirne la causa, vi aiuterà a intervenire nel modo più adeguato possibile, secondo le vostre esigenze e il tipo di problema.