Se è vero che mantenendo una dieta variata al nostro corpo vengono apportati tutti i macronutrienti dei quali ha bisogno, è anche vero che alcuni supplementi potrebbero rivelarsi preziosi. Curioso di scoprire quali sono gli integratori che ti consigliamo per il benessere degli occhi, utili per tenere lontane patologie come la cataratta? Continua a leggere per scoprirlo.

L’importanza della vitamina A, B2, C ed E

La vitamina A è fondamentale per il processo visivo, e una sua carenza potrebbe tradursi con cecità notturna e difetti visivi. Dove si trova? Nel burro, nel tuorlo d’uovo, nel fegato, nel formaggio e nel latte. Ti piace il pesce? Lo sgombro è molto ricco di questa vitamina liposolubile.

Vitamina B2, Vitamina C e Vitamina E hanno la capacità di proteggere l’occhio dallo stress ossidativo e dal danno cellulare, grazie al potere degli antiossidanti. La vitamina C si trova in grande quantità negli agrumi, nei peperoni e nei kiwi. La vitamina E, invece, è contenuta nei cereali, nelle noci e nella soia, mentre la vitamina B2 è contenuta di nuovo nel latte e nei suoi derivati – in particolare nei formaggi – nelle uova, nel lievito di birra oltre che nel fegato e nei vegetali con le foglie verdi.

Quando l’alimentazione non basta: quali integratori per gli occhi scegliere

Il selenio e lo zinco hanno grandi potere antiossidanti, ma per proteggere al meglio la macula, il punto più nitido della retina, è spesso necessaria l’integrazione di altre sostanze che hanno lo scopo di proteggerla in maniera più efficace dallo stress. Introdurre nella tua dieta broccoli e spinaci non basta? Opta per questi integratori, che si sono rivelati di grande aiuto per ridurre il rischio di degenerazione maculare:

  • Luteina. Questo carotenoide, una sostanza naturale del gruppo delle xantofille, estremamente è preziosissima per la vista (ma anche per la pelle). Una volta entrata in circolo nell’organismo, questa sostanza benefica si deposita in particolare sulla macula dell’occhio, proteggendola dalle radiazioni nocive e dai raggi ultravioletti. Una carenza di luteina? Potrebbe tradursi in patologie come la congiuntivite, la retinite pigmentosa e la degenerazione maculare senile. La luteina non è presente soltanto nella parte centrale della retina, ma anche nel cristallino: qui agisce per contrastare l’ossidazione responsabile della cataratta.
  • Zeaxantina. Anch’essa un carotenoide, questa sostanza contribuisce a conservare la retina in salute, svolgendo un’azione stabilizzante delle membrane retiniche e aiutando a renderle più resistenti ai danni causati dalla luce. Insieme alla luteina, la zeaxantina viene immagazzinata nella macula sana e aiuta a conservare l’integrità e la salute di questa zona della retina, indispensabile per una vista priva di difetti.
Share This