L’operazione per la correzione dell’astigmatismo

L’astigmatismo è un’ametropia, cioè un difetto della vista le cui cause sono legate a un problema di rifrazione interno al bulbo oculare ed è uno dei problemi oculistici più diffusi in tutto il mondo; il difetto refrattivo provoca un problema per cui la visione risulta sfocata sia da lontano che da vicino.

L’astigmatismo si può operare grazie a un intervento laser di chirurgia refrattiva rapido e indolore che offriamo anche noi di Vision Future nel nostro centro specializzato: effettuato con le ultime tecnologie in campo medico, l’intervento si avvale di laser Femtosecondi per porre fine una volta per tutte al fastidioso astigmatismo e alle ametropie che spesso purtroppo vi si abbinano.


Che cos’é l’astigmatismo :

L'Astigmatismo crea immagini distorteL’astigmatismo è uno dei difetti visivi più comuni e diffusi: classificato nelle ametropie, cioè nei difetti di rifrazione dell’occhio, rende la vista sfocata sia di vicino che da lontano, in quanto l’immagine di un punto è distorta e allungata o formata da lineette ortogonali tra loro, le cosiddette “lineette stigmatiche”. Per via dei suoi sintomi, viene a volte confuso con altri disturbi, e non è raro che si presenti in concomitanza con altre ametropie.

Misurazione dell’astigmatismo

L’astigmatismo si esprime in diottrie e viene classificato come:

  • Debole (da 0 a -1 diottrie)
  • Medio (da -1 a -2 diottrie)
  • Forte (oltre -2 diottrie)

Le cause dell’astigmatismo

Quali sono le cause che portano a questa ametropia così diffusa?

Esse sono da ricercare nell’anatomia del bulbo oculare portatore del difetto: il deficit visivo, infatti, è dovuto all’irregolarità della curvatura della cornea, che presenta una forma ovale invece della classica forma sferica. A causa di questa piccola deformazione, l’immagine non si forma sulla retina, come dovrebbe accadere, ma in diversi punti della retina stessa, causando la visione sfocata sia da lontano che da vicino.

Bisogna comunque tenere conto che un astigmatismo minimo è fisiologico: una piccola percentuale che colpisce ognuno di noi è dovuta all’incurvamento del profilo corneale causato dalla normale pressione della palpebra. Addirittura può capitare che alcuni casi di astigmatismo siano dovuti a una postura scorretta, che porta l’occhio ad astigmatismi obliqui legati all’inclinazione del capo.

La curva della cornea deformata causa Astigmatismo

È un difetto congenito o ereditario?

Nella quasi totalità dei casi, l’astigmatismo è un difetto congenito ed ereditario, presente sin dalla nascita. L’astigmatismo è inoltre frequentemente legato ad altri difetti visivi, come a miopia o a ipermetropia; in quest’ultimo caso si parla di “astigmatismo ipermetropico“, una condizione piuttosto diffusa per la quale la curvatura irregolare della cornea si associa al bulbo oculare più corto del normale – causa dell’ipermetropia – acuendo il problema alla vista.

Astigmatismo ed età

Il problema di astigmatismo è legato all’età? Parzialmente sì: il difetto alla vista non appare in genere prima dei due anni nel bambino, e poi peggiora a mano a mano che l’età avanza; questo è dovuto ai cambiamenti che avvengono nella curvatura della cornea e nel cristallino, che portano il difetto a crescere e aggravarsi.


Sintomi dell’astigmatismo

Il sintomo primario dell’astigmatismo è una visione diffusamente appannata e fuori fuoco, soprattutto in caso di oggetti in movimento e di visione notturna con luci forti. Spesso, questo disturbo viene scoperto solo dopo una visita oculistica, poiché in giovane età è corretto in parte dall’accomodazione e molte volte viene confuso con altre patologie.
Sintomi collaterali possono invece essere mal di testa, affaticamento agli occhi, occhi arrossati, eccessiva lacrimazione, soprattutto dopo uno sforzo quale lettura o lavoro a schermi luminosi. Inoltre, se vuoi approfondire l’argomento ti invitiamo a leggere la pagina che parla delle cause dell’astigmastismo.


Come si cura l’astigmatismo? Le tecniche principali

Diagnosi di AstigmatismoL’astigmatismo viene in genere diagnosticato tramite normale visita oculistica, ma nei casi più difficili e persistenti è utile l’esecuzione della topografia corneale: si tratta di un esame fatto al computer, che fornisce una mappa della curvatura della cornea, in modo da rilevare correttamente il grado di astigmatismo presente.

Questo disturbo refrattivo, può essere corretto con l’uso degli occhiali o con la chirurgia refrattiva, tramite intervento laser di correzione dell’astigmatismo.

La correzione al laser dell’astigmatismo proposta da Vision Future consiste nello scolpire la cornea per uniformare la curvatura, facendo in modo che l’immagine si formi correttamente sulla retina. Questo risultato viene raggiunto grazie alla tecnica del femtosecondo 100% laser, che permette di trattare tutti i tipi di astigmatismo.


Perché sottoporsi all’intervento laser per l’astigmatismo conviene?

Sottoporsi a un’operazione, si sa, non è mai una decisione facile: spesso vi si è costretti per problemi di salute, ma decidere spontaneamente di fare il grande passo è difficile. Tuttavia, quando parliamo di chirurgia refrattiva ci riferiamo a interventi brevi, indolori e con un margine di rischio davvero risicato grazie all’aiuto delle tecnologie d’avanguardia che mettono in mano al laser la precisione dell’operato del medico chirurgo.

Il fatto è che – siamo sinceri: portare gli occhiali e le lenti a contatto, con i continui cambi che richiedono a mano a mano che i difetti visivi peggiorano, è un vero fastidio. C’è chi li trova antiestetici, chi semplicemente scomodi, chi ancora si trova a dover combattere contro infezioni e irritazioni che le lenti a contatto possono provocare.

Ecco perché, grazie all’incremento della sicurezza dell’intervento di correzione dell’astigmatismo e delle altre ametropie, sempre più persone decidono di affidarsi alla chirurgia: l’operazione è veloce, può essere correttiva di entrambi gli occhi nella stessa seduta e di varie combinazioni di difetti che affliggono l’occhio in contemporanea e inoltre non necessita di anestesia totale. Anche la convalescenza post operatoria dell’astigmatismo, è breve e priva nella stragrande maggioranza dei casi di fastidi, e in breve si torna a vedere perfettamente, come prima del peggioramento della vista, e finalmente liberi da fastidiose lenti.

Chi può sottoporsi all’operazione laser di correzione dell’astigmatismo

Valutazione medica per operazione di AstigmatismoCome affermato poco sopra, l’operazione di correzione dell’astigmatismo e dello stesso con patologie abbinate (per esempio per esempio miopia e astigmatismo) è un intervento veloce, indolore e con un’alta percentuale di perfetta riuscita. Tuttavia, come per ogni operazione chirurgica, per non incorrere nei normali rischi che essa potrebbe far sorgere per la salute oculare dei pazienti, è bene che venga valutata di caso in caso l’idoneità di chi vi si sottopone. Esiste quindi uno step precedente l’intervento vero e proprio, ed è quello nel quale il medico chirurgo giudica la situazione del paziente e lo sottopone a test per assicurarsi dell’idoneità e della mancanza di controindicazioni.

L’operazione di correzione dell’astigmatismo con il laser è infatti possibile solo in individui che abbiano superato i 18/20 anni di età e che presentino un difetto visivo stabile; la motivazione per quest’ultimo cavillo è molto semplice: quando il problema oculare non è stabile ma in evoluzione, la sua risoluzione durerà solo sino al momento in cui vi sarà un peggioramento, ergo si dovrà tornare sotto i ferri.

La chirurgia refrattiva è inoltre fortemente sconsigliata a donne incinte e in allattamento, poiché la particolare situazione ormonale potrebbe causare anomalie nella cicatrizzazione della cornea post-operazione. Si consiglia in genere di attendere almeno tre mesi dal parto prima di sottoporsi alla correzione.

Infine, i test a cui il medico specialista sottopone i clienti prima di optare per l’intervento sono per controllare lo stato della cornea, sulla quale si andrà a operare, e la salute degli occhi: la cornea deve essere sana e presentare uno spessore minimo, sotto il quale l’operazione diviene di difficile riuscita, e inoltre non devono essere in corso problemi oculari quali secchezza o infezioni varie.

Operazione laser agli occhi per astigmatismo: come si svolge?

Noi del Centro Vision Future utilizziamo le tecnologie più all’avanguardia nel mondo scientifico per correggere una volta per tutte l’astigmatismo e le eventuali ametropie a esso connesse.

Vediamo insieme la dinamica dell’operazione per la correzione dell’astigmatismo.

L’intervento per correggere l’astigmatismo step by step

Il trattamento dura pochi secondi per occhio. Il nostro staff italiano vi accompagnerà in sala di attesa pre-operatoria, dove vi verranno instillate alcune gocce di collirio anestetico; per la sua natura, l’intervento di correzione dell’astigmatismo con laser non necessita di anestesia totale. Verrete poi indirizzati in sala operatoria 1 dove le vostre cornee saranno preparate per l’intervento Laser e dopo qualche minuto sarete accompagnati in sala operatoria 2 dove il chirurgo e il suo assistente, con l’aiuto del nostro laser a eccimeri di ultima generazione , modificheranno le vostre cornee. Sarà quindi il momento di rimanere in sala riposo per qualche minuto prima di fare l’ultimo controllo per poi ripartire verso casa.

Operazione agli occhi per astigmatismo: il costo singolo e per entrambi gli occhi

La seconda ragione – dopo l’ovvia paura – per cui i pazienti non si sottopongono all’intervento correttivo dell’astigmatismo e di altre ametropie è il costo: in passato molto elevato, al giorno d’oggi è accessibilissimo e anzi conveniente quando confrontato con i costi elevati di montature di occhiali, lenti graduate e lenti a contatto in continuo cambiamento. Abbiamo preparato per voi una pagina “Tariffe” sulla quale abbiamo raccolto tutti i prezzi del centro oculistico Vision Future: troverete il prezzo per operazione su occhio singolo, quello in offerta per l’intervento cumulativo su entrambi gli occhi e per la correzione di difetti abbinati.

L’operazione di correzione dell’astigmatismo è pericolosa?

Una delle domande che ci vengono poste più spesso riguarda i rischi dell’intervento per la correzione dell’astigmatismo o dell’astigmatismo e ametropie abbinate. Come tutte le operazioni chirurgiche, esiste una possibilità di pericolo, soprattutto legata al post-operatorio e a una cattiva gestione dell’igiene della ferita, ma l’incidenza è davvero irrisoria. L’intervento può nel peggiore dei casi provocare problemi quali la ricaduta del difetto successivamente alla chirurgia o aloni intorno alle luci, ma molto difficilmente porterà alla cecità.


Quali sono i rischi di un intervento per la correzione dell’astigmatismo?

Come in tutti i casi di chirurgia refrattiva, per quanto l’intervento laser sia sicuro, rapido e indolore, non si possono escludere rischi al 100%: la percentuale di riuscita è davvero altae se ci si affida a uno specialista con esperienza comprovata e abilità, la possibilità di complicazioni è irrisoria, tuttavia ogni intervento è a se stante e può avere un decorso differente.

Fastidio Luci notturne post-operazione di AstigmatismoI rischi ai quali si va incontro più comunemente quando ci si sottopone a un intervento di correzione dell’astigmatismo sono quelli di ricaduta: soprattutto nel caso in cui il difetto visivo non fosse stabilizzato al momento dell’operazione, può capitare che il difetto visivo per correggere il quale ci si è sottoposti all’intervento torni in maniera parziale. In tal caso sarà compito del chirurgo valutare l’accaduto e giudicare se sia il caso di sottoporre nuovamente il paziente a operazione o se vi sia il rischio di ulteriori complicazioni.

Tra i rischi più diffusi, inoltre, vi sono fastidio agli occhi nella forma di visione notturna difficoltosa, aloni di luce, secchezza oculare.

Infine, in casi estremi in cui le indicazioni del medico per la cura della ferita nel post-operatorio non siano state attentamente osservate, possono insorgere infezioni.


Convalescenza Cataratta post operatorio

Per quanto l’intervento alla cataratta sia un’operazione veloce e poco invasiva, dai rischi alquanto limitati, è possibile avvertire qualche disturbo durante la convalescenza. Può infatti accadere di percepire un leggero fastidio, come una sensazione di bruciore, per le prime 4/5 ore. In seguito, sarà già possibile riuscire a vedere abbastanza bene.

Nei successivi quindici giorni c’è la possibilità che si presentino sintomi del tutto normali, come la lacrimazione o l’arrossamento, la visione di corpuscoli piccoli e scuri che si muovono o percepire la luce in maniera allungata, con un alone intorno. Questi sintomi fanno parte del decorso di guarigione e spariranno gradualmente.

Già dal giorno seguente, in caso di fastidi non eccessivi, sarà possibile leggere, guardare la televisione e usare il computer (se il parere medico lo consentirà). La visione potrebbe avere delle fluttuazioni, causate da un moderato astigmatismo fisiologico che tenderà a diminuire progressivamente.

Il prurito e la sensazione di avere qualcosa nell’occhio sono sintomi del tutto normali durante la convalescenza dopo un intervento alla cataratta, e anch’essi scompariranno nel tempo. Il rischio più temuto nel post-operatorio, anche se alquanto raro, è l’infezione. Il paziente dovrà quindi seguire le istruzioni date dal medico e occuparsi di tenere la zona oculare pulita e disinfettata, secondo gli accorgimenti dati in consegna, che comprenderanno l’uso di pomate e di gocce oftalmiche anti-infiammatorie.

Cosa non fare durante la convalescenza post-cataratta

Si consiglia di prendere visione di alcuni accorgimenti:

  • Non toccare l’occhio per almeno una settimana
  • Non dormire dal lato dell’occhio che ha subito l’intervento, per qualche giorno
  • Non sollevare pesi ed evitare la palestra per un mese
  • Fare la doccia e lavarsi i capelli stando attenti al sapone
  • Evitare la cosmesi per almeno quindici giorni

Il nostro staff è sempre a disposizione per ogni tipo di informazioni. Potete trovare i nostri recapiti nella sezione contatti.

Operato di miopia e astigmatismo 8 giorni fa! Intervento assolutamente indolore. Visione ottimale dopo poche ore. Fantastico!!! Personale competente e gentile. Un grazie particolare alla sig.ra Marisa interprete di italiano…

Simone Merlo

2 aprile 2017

VUOI CURARE L’ASTIGMATISMO?

ALTRE MALATTIE DELL’OCCHIO

PATOLOGIE COMBINATE

Miopia e Astigmatismo
Miopia e Presbiopia
Presbiopia e Astigmatismo
Astigmatismo e Ipermetropia
Ipermetropia e Presbiopia

Share This