Occhi stanchi, sguardo spento: sono solo alcune delle caratteristiche che spesso accompagnano le palpebre gonfie.
E non è solo un mero problema estetico: questi inestetismi sono il segnale che qualcosa, a livello sistemico, non sta funzionando come dovrebbe. Il gonfiore delle palpebre, tra l’altro, può essere più o meno doloroso in base alle cause che lo hanno scatenato e può interessare sia la palpebra superiore che inferiore.
Quali sono quindi le cause di occhi gonfi? Una volta individuate le cause, esistono dei rimedi? Continua a leggere questo articolo per scoprirlo.

Palpebre gonfie: le cause

I principali motivi scatenanti del gonfiore possono essere diversi fra loro. Ma i principali sono:

  • Allergie: il polline, la polvere e i peli di animali sono alcune delle cause tipiche di allergie, che arrivano a scombussolare il nostro sistema immunitario. Le allergie agli occhi emergono quando l’occhio rilascia un “mediatore” chimico per proteggersi dagli allergeni a cui sono sensibili. Il mediatore più famoso è l’istamina, che provoca la dilatazione e il rigonfiamento delle membrane dei vasi sanguigni, facendo diventare l’occhio rosso e acquoso.
  • Ferite all’occhio: ogni urto che avviene nell’area degli occhi, incluso il famoso occhio nero, può causare il rigonfiamento della palpebra.
  • Herpes oculare
  • Blefarite: un’infiammazione delle palpebre.
  • Congiuntivite: un’infiammazione della congiuntiva, ovvero la sottile membrana che protegge la cornea dell’occhio.
  • Orzaiolo: un’infiammazione delle ghiandole della palpebra. All’inizio ha tutta l’apparenza di un bozzolo rosso e pruriginoso. Nel corso del tempo (siano esse ore o giorni) inizia ad assomigliare a un foruncolo, a causa della sua punta bianca.
  • Sensibilità alla luce
  • Puntura di insetto

Come curare le palpebre gonfie

La corretta cura degli occhi gonfi dipende dalla causa scatenante alla base.
Se il gonfiore è dovuto ad allergie, la via migliore potrebbe essere provare delle gocce antistaminiche o dei farmaci contro le allergie. Il bruciore si è fatto insopportabile e vuoi qualcosa che lo argini, delicatamente? Prova le lacrime artificiali per apportare idratazione e freschezza all’occhio.

In caso di congiuntivite o herpes oculare, invece, dovresti ricorrere ad antibiotici, pomate, colliri antinfiammatori o antivirali.

Se invece volessi optare per un rimedio naturale, potresti provare a fare degli impacchi, come i celebri cetrioli sugli occhi. Aiutano a reidratare e a ridurre il gonfiore per un po’. Se i tuberi ti ispirano di più, puoi anche usare le patate.

Consigli e buone abitudini

A livello di alimentazione è importante ricordarsi che sarebbe bene ridurre il consumo di sale e alcol e aumentare quello di acqua.

Infine, non dimenticare di dormire a sufficienza: le famose otto ore a notte sono particolarmente indicate, ancora meglio se passate riposando sulla schiena e con la testa elevata, una posizione che facilita il drenaggio di liquidi.

Ti potrebbero interessare anche:

Share This