Tra le patologie oculari poco pericolose delle quali abbiamo parlato su questo blog vi sono il calazio, l’orzaiolo e le miodesopsie. A queste oggi aggiungiamo l’herpes all’occhio, disturbo comune ma decisamente fastidioso.

L’herpes oculare: di cosa si tratta?

All’improvviso sentite bruciore all’occhio, che si presenta arrossato, accerchiato da vescichette e secerne liquido: potrebbe trattarsi di herpes oftalmico. Molto simile alla congiuntivite infettiva virale, l’herpes all’occhio è una forma di patologia infettiva generalmente benigna anche se molto fastidiosa, provocata dal virus dell’Herpes Simplex di tipo 1: esso appare improvvisamente sotto forma di infezione e gonfiore, e in genere con le giuste cure si risolve abbastanza in breve e senza troppi problemi. Il problema principale è il suo reiterarsi: una volta contratto il virus, infatti, sarà impossibile liberarsene del tutto, e si sarà dunque sempre a rischio di una ricaduta.

Herpes e bambini

L’ herpes oculare è molto diffuso tra i bambini, soprattutto nell’età che va sino ai cinque anni: in questi casi generalmente si tratta della trasmissione del disturbo da parte di un adulto e si presenta come una placca di pochi centimetri attorno alla zona oculare ricoperta di piccole pustole, che se toccata provoca dolore e prurito.

Le tipologie di herpes oftalmico

L’herpes all’occhio può essere di diversi tipi a seconda della profondità di infezione dell’occhio; i principali sono quattro:

  • cheratite da herpes: il tipo più diffuso; si tratta di un’infezione superficiale della cornea che, se curata, non lascia cicatrici o segni sull’occhio.
  • cheratite stromale: l’infezione non si ferma alla sola cornea, bensì affonda più in profondità; questo tipo di patologia deve essere diagnosticata il prima possibile e curata al meglio, poiché se trascurata può provocare la cicatrizzazione della cornea, con conseguente perdita della vista.
  • iridociclite: l’infezione da virus herpes raggiunge l’iride e i corpi ciliari, che si infiammano provocando fotofobia e occhi estremamente rossi.
  • retinite erpetica: l’infezione raggiunge la retina, il rivestimento più interno dell’occhio.

I sintomi dell’herpes all’occhio

L’herpes oftalmico si presenta in modo inconfondibile: dopo un’incubazione tra i 3 e i 12 giorni, la zona colpita dal virus si presenta arrossata e ricoperta da piccole pustole secernenti acqua. Gli occhi in particolare bruciano, lacrimano abbondantemente, sono fortemente arrossati e gonfi e possono insorgere fotofobia e offuscamento della vista.

Fortunatamente l’herpes non provoca nella maggior parte dei casi problemi irreversibili: se trattato per tempo e non trascurato, il disturbo si risolverà in breve e senza complicazioni. Nei casi più gravi (e rari), esso può causare ulcere corneali e cicatrici, quindi non è comunque da sottovalutare.

Da cosa è causato l’herpes oftalmico?

L’herpes all’occhio colpisce a causa di un virus, l’Herpes Simplex di tipo 1, e viene pertanto trasmesso da soggetti che ne sono già colpiti. Le modalità di trasmissioni principali sono:

  • contatto con persona già colpita da herpes
  • autocontaminazione: la persona infetta estende per contatto l’infezione ad altre zone del corpo
  • ritorno del virus: come detto poco sopra, il virus dell’herpes non scompare mai del tutto; sollecitazioni quali grandi stress e cambiamenti possono farlo tornare in azione.

Rimedi naturali (e non) all’herpes oculare

Come sempre nei casi di patologie che possono colpire su diversi livelli, la cura cambia a seconda della gravità del disturbo.

I casi di herpes meno gravi vengono risolti con una terapia farmacologica a base di colliri e pomate, e, quando necessarie, gocce di antibiotico per prevenire ulteriori infezioni batteriche.

Nei casi di herpes grave, e quindi di cheratite stromale, la terapia farmacologica prevede l’utilizzo di gocce a base di cortisonici: questa strada, tuttavia, può portare alla guarigione solo con un attento dosaggio, poiché anche un minimo sbaglio può avere come conseguenza un grave peggioramento della patologia.

Nei casi più gravi, infine, viene impiegata la via chirurgica: quando in presenza di gravi cicatrizzazioni corneali, infatti, l’unico modo per recuperare la vista è il drastico trapianto di cornea.

Esistono anche rimedi naturali per tentare di tenere sotto controllo questa patologia infettiva: la chiave è il sistema immunitario, che deve essere mantenuto forte ed efficiente, e si può giungere a questo risultato assumendo pappa reale, propoli e piante immunostimolanti. È inoltre importante mantenere uno stile di vita sano e una dieta regolata e varia.

Herpes all’occhio: un disturbo innocuo, ma da tenere sotto controllo

Come sarà chiaro dopo la lettura dell’articolo, la maggior parte dei casi di herpes oftalmico è innocua, tuttavia una visita accurata al primo insorgere potrà togliere ogni dubbio sulla natura del disturbo.

Share This