Può capitare di soffrire di occhi secchi, o avvertire piccoli fastidi: sono in quelle situazioni che le lacrime artificiali si rivelano preziosi alleati della vista. Ma cosa sono le lacrime artificiali, e come usarle? Scopriamolo insieme in questo articolo.

Cosa contengono le lacrime artificiali

Nate con lo scopo di mantenere gli occhi umidi, le lacrime artificiali sono generalmente composte da acqua, carboidrati, lipidi, elettroliti, proteine), e svolgono funzioni fondamentali per la salute dell’occhio fra cui:

  • lubrificare, umettare, proteggere e nutrire la superficie oculare
  • mantenere l’occhio in buona salute
  • ridurre l’attrito
  • migliorare la visione
  • svolgere un effetto antibatterico
  • allontanare dall’occhio eventuali corpi estranei e sostanze tossiche
  • proteggere la cornea e la congiuntiva da possibili infezioni, aiutando la loro ossigenazione ed idratazione

Ma cosa contengono? Niente di particolarmente sofisticato: in genere derivati della cellulosa, polivinilalcol, povidone ed acido ialuronico in primis, sono utilissime soprattutto (ma non esclusivamente) per chi soffre di occhi secchi.

Situazioni in cui sono particolarmente utili

Sono tante le occasioni in cui il boost di idratazione delle lacrime artificiali può fare la differenza. Le più comuni?

  • La secchezza che si scatena dopo l’estate, specialmente dopo una vacanza al mare o in montagna, a causa della lunga esposizione a caldo, sole e vento oppure per aver fatto escursioni in barca o in moto senza adeguata protezioni agli occhi
  • Il lavoro prolungato in ambienti chiusi, molto caldi e secchi, specialmente se unito a una lunga permanenza davanti al computer
  • L’uso prolungato di lenti a contatto
  • La pratica di alcuni sport, come il nuoto o la pallanuoto, che a causa della presenza del cloro nell’acqua della piscina potrebbero irritare
  • Alcuni tipi di lavori, che espongono gli occhi a irritazioni

Come utilizzarle: qualche consiglio utile

Anche se l’uso delle lacrime artificiali è molto diffuso, non tutte le persone sembrerebbero utilizzarle in modo corretto. Un corretto utilizzo delle lacrime artificiali, infatti, richiede di:

  • Non congelare il flacone o il tubetto
  • Conservare le lacrime artificiali a temperatura ambiente (tra 15 e 25°C), lontano da umidità, fonti di calore e dalla luce solare
  • Mantenere il flacone o il tubetto ben chiuso, una volta aperto si raccomanda di utilizzare il prodotto entro 15-30 giorni
  • Mantenere il flacone lontano dalla portata dei bambini, così come avviene per tutti gli altri medicinali
  • Non condividere il flacone con altre persone (per evitare il rischio di infezioni)
  • Rispettare le dosi indicate
  • Lavarsi con cura le mani, prima e dopo l’uso del prodotto
  • Inclinare la testa leggermente indietro, e abbassare la palpebra inferiore con il dito indice per creare una piccola tasca. Tenere il contagocce sopra l’occhio con la punta rivolta verso il basso
  • Guardare in alto e far scendere le gocce secondo la dose prescritta, chiudere delicatamente le palpebre per qualche istante, in modo da far distribuire la soluzione sulla superficie oculare
  • Rimuovere le lenti a contatto, prima di applicare le lacrime artificiali e attendere almeno 15 minuti prima di rimetterle
Share This