Può presentarsi con una fastidiosa sensazione di avere qualcosa nell’occhio, o semplicemente con prurito, arrossamento, lacrimazione intensa: la sindrome dell’occhio secco è una patologia che interessa il film lacrimale presente sulla superficie oculare e può provocare un ventaglio di sintomi piuttosto ampio.

Che cos’è la sindrome dell’occhio secco?

Non tutte le patologie sono unidirezionali, ossia affliggono una parte del corpo e lì si fermano: alcune sono infatti sia patologie a sé stanti con sintomi originali, sia sintomo di altre condizioni mediche che hanno colpito il paziente. È il caso per esempio degli scotomi, e anche dell’occhio secco di cui parliamo oggi: questo problema che vede una disfunzione del film lacrimale sulla superficie dell’occhio è infatti comune a molte patologie ma può anche insorgere in maniera autonoma per motivazioni indipendenti, e per questo si divide in primario e secondario.

Il film lacrimale

Per spiegare meglio che cosa sia la sindrome dell’occhio secco è bene fare un appunto sul film lacrimale: il film lacrimale è il liquido presente sulla superficie dell’occhio che ha il compito di lubrificare il movimento delle palpebre e inoltre proteggere la congiuntiva da corpi estranei e dall’azione delle intemperie e condizioni ambientali. Il film lacrimale viene prodotto costantemente dall’apparato lacrimale presente in ciascun occhio nella congiuntiva – composto da ghiandola lacrimale, canali lacrimali, sacco lacrimale e condotto nasolacrimale – così che l’occhio sia sempre protetto. Esistono condizioni comuni del film lacrimale che provocano lacrimazione eccessiva (irritazioni, allergie, infezioni e condizioni virali) o secchezza oculare, per esempio la sindrome dell’occhio secco e Sindrome di Sjögren.

I sintomi dell’occhio secco

I sintomi della sindrome dell’occhio secco sono vari e sono tutti fortemente connessi con la diminuzione del film lacrimale sulla congiuntiva e il conseguente sfregamento delle palpebre sulla superficie oculare. Tra questi i più comuni sono:

Generalmente non si tratta mai di sintomi troppo gravi, ma è bene mantenere il disturbo sotto controllo per evitare il peggioramento.

Le cause

Ma quali cause si nascondono dietro l’insorgere di questa patologia? Come detto poco sopra, le disfunzioni del film lacrimale possono esser dovute ad altre malattie in corso, ma nel caso in cui si presenti in maniera indipendente, il disturbo può essere connesso con:

  • disidratazione: l’assunzione insufficiente di liquidi può andare a influire anche sul film lacrimale e sulla salute degli occhi;
  • problemi ormonali: anche gli ormoni possono essere alla base di disturbi all’apparato visivo, e tra questi c’è anche la secchezza oculare; in particolare l’occhio secco può essere connesso con un malfunzionamento della tiroide;
  • età: con tra i diversi problemi legati all’età, per esempio quelli connessi con l’invecchiamento della retina, cresce anche la possibilità di essere colpiti da sindrome dell’occhio secco;
  • fattori ambientali e comportamentali: vi sono alcuni fattori esterni e di abitudine che possono comportare un’incidenza della secchezza oculare; tra questi vivere in ambienti secchi e caldi, ma anche passare molte ore di fronte a schermi di computer e tablet, o leggendo;
  • effetti collaterali di medicinali: tra le controindicazioni e gli effetti collaterali di alcuni farmaci vi è proprio l’insorgenza dell’occhio secco;
  • lenti a contatto: anche l’utilizzo scorretto e/o prolungato di lenti a contatto può alla lunga provocare secchezza oculare;
  • chirurgia laser oculare: la sindrome dell’occhio secco può essere causata anche dal post operatorio di alcune delle più comuni operazioni di chirurgia refrattiva, per esempio il Lasik.

Quale terapia per ridurre i fastidi della secchezza oculare?

Il primo passo verso la risoluzione della secchezza oculare è di certo rivolgersi a un medico oculista per una diagnosi certa tramite il test della griglia di Amsler, per testare i livelli di lacrime prodotte. Il vostro medico valuterà dunque quale via seguire per aiutarvi nella soluzione del disturbo, sia essa semplicemente un cambio di abitudini o la somministrazione di un collirio apposito.

La nostra clinica di Nizza offre il consulto con oculisti specializzati anche nella diagnosi della sindrome dell’occhio secco sia pre che post operatoria, contattaci adesso per chiedere informazioni e prenotare un check gratuito!

Share This