La miopia è un disturbo della vista che non ci permette di vedere bene da lontano, al contrario della presbiopia, difetto che provoca invece il non vedere da vicino .
Il termine, deriva dal termine greco “myo”, che significa “chiudere”; sta ad indicare l’abitudine, tipica dei miopi, di strizzare gli occhi per vedere meglio da lontano.

La miopia e vedere sfocato da lontano

Nell’occhio normale, detto emmetrope, i raggi luminosi provenienti da oggetti distanti vengono messi a fuoco sulla retina, e questo permette di vedere lontano.
Per i soggetti miopi, invece, questo non è possibile: i raggi infatti vanno a cadere davanti alla retina e poi divergono; sulla superficie retinica viene quindi a formarsi un’immagine sfocata. Il soggetto miope tende a strizzare gli occhi proprio per vedere più nitidamente ciò che è lontano.

La miopia si misura in diottrie ed è attraverso queste che si classifica in lieve (entro le tre diottrie), media (da 3 a sei diottrie) o elevata (superiore alle 6 diottrie). Questo difetto della vista è il più frequente al mondo e generalmente insorge in età scolare fino ad aumentare durante il periodo dello sviluppo. Dopo i vent’anni tende a stabilizzarsi, sempre se non sono presenti ulteriori disturbi o patologie. Dopo i 45 anni, i soggetti affetti da miopia avranno più possibilità di vedere male anche da vicino (presbiopia).

L’aspetto ereditario ha un peso rilevante: è probabile infatti che figli di genitori miopi siano miopi a loro volta. Una prolungata deprivazione visiva e una costante mancanza di luce possono contribuire al peggioramento del disturbo.

Cause e accorgimenti

Le cause principali della miopia, e del conseguente vedere sfocato da lontano, sono tre:

A) bulbo oculare più lungo del normale: è la causa più comune
B) curvatura della cornea o del cristallino maggiore della norma
C) eccessivo potere refrattivo del cristallino

L’utilizzo prolungato del computer o altri schermi non peggiorano la miopia: questo, è un luogo comune da sfatare. Vero è che adottare sane abitudini può contribuire a limitare il disturbo.

Gli specialisti consigliano di mettere in tavola proteine, sali minerali e vitamine in quanto favoriscono l’accrescimento dei tessuti, compresi quelli dell’occhio. L’esercizio fisico inoltre migliora la circolazione sanguigna e il ricambio di tossine, contribuendo a mantenere una buona salute visiva.

Non vedere da vicino: il problema opposto

E se invece vedo male da vicino? In tal caso non si tratta di miopia, ma di un’altra ametropia molto comune chiamata presbiopia. La presbiopia è un disturbo oculare diffuso soprattutto dopo i 40 anni causato dalla perdita di elasticità del cristallino dovuta all’età e al conseguente invecchiamento dell’apparato visivo. Chi ne è colpito tende a dover allontanare gli oggetti per vederli in modo più nitido e a dover portare lenti correttive costantemente.

Accorgimenti se la vista è offuscata da vicino e da lontano

Come sarà facile immaginare, essere colpiti allo stesso tempo da miopia e presbiopia rende la soluzione difficile poiché sarà necessario correggere allo stesso tempo il non vedere bene da lontano e la vista offuscata da vicino. Fortunatamente la scienza oculistica ha fatto passi da gigante in merito e oggi sono presenti diverse soluzioni valide ai problemi legati ai difetti associati, tra cui anche la correzione contestuale tramite intervento di chirurgia refrattiva a prezzi scontati.

Per chi sta riflettendo sulla correzione chirurgica del problema, ma vuole nel frattempo risolvere il problema, esistono varie soluzioni temporanee; ecco le tre tipologie di lenti correttive per chi vede sfocato da vicino e da lontano:

  • lenti monofocali: devono essere tolte o abbassate per guardare lontano.
  • lenti bifocali: composte da due parti diversificate per vedere da lontano (parte alta) e da vicino (lunetta).
  • lenti progressive: l’intera lente presenta una progressione di potenza nella messa a fuoco, così che chi le indossa possa vedere bene a tutte le distanze, comprese quelle intermedie.

Queste categorie esistono anche sotto forma di lenti a contatto.

Conclusioni

La miopia è un vizio di rifrazione dell’occhio che permette di vedere bene da vicino ma non da lontano. Gli occhiali o le lenti a contatto possono aiutare a correggerlo, ma per i casi più gravi l’operazione al laser della miopia è la soluzione migliore, sempre se le condizioni di salute generali del paziente lo permettono.

È consigliata un’accurata visita oculistica per trovare insieme al medico la soluzione più efficace e funzionale per il benessere del paziente.

Restiamo disponili per qualsiasi vostra domanda o curiosità sulla miopia. Saremo lieti di fornirvi tutte le informazioni cui avrete bisogno per iniziare insieme a noi questo percorso e guidarvi verso la soluzione più adatta per voi tra le nostre offerte.

Contattateci senza alcun impegno oppure formulate un preventivo online in pochi click.

Ti potrebbero interessare anche:

Share This