Quando si forma una membrana sulla macula

Il pucker maculare, o membrana epiretinica, è un disturbo progressivo della macula, la parte della retina fondamentale alla vista. Si tratta di una patologia che può essere diagnosticata e risolta con chirurgia refrattiva.

Il pucker maculare: di cosa si tratta e quali sono cause

Per comprendere meglio il pucker maculare possiamo partire dal significato del termine: “pucker” può essere tradotto in italiano dall’inglese con i termini “corrugamento, grinza, ruga“, e infatti altro non è che un’increspatura che viene a formarsi sulla superficie della retina, nello specifico sulla macula. L’increspatura è causata dalla formazione di una membrana traslucida sulla retina, provocata da un’eccessiva proliferazione cellulare e produzione di tessuto fibroso che ha inizio dal vitreo: la membrana limitante che delimita il confine tra vitreo e retina si inspessisce e pian piano si raggrinza, affliggendo la macula e creando problemi nella visione chiara dei particolari.

Il pucker maculare ha tre cause principali:

  1. la prima è la naturale decadenza dell’occhio con l’avanzare dell’età: non a caso l’incidenza di questo problema aumenta dopo i 50 anni;
  2. la seconda è invece l’induzione da parte di processi infiammatori, quali edema maculare;
  3. la terza è la conseguenza di complicazioni seguite a trattamenti laser retinici o al distacco della retina.

Sono afflitto da pucker maculare? Quali sono i sintomi

Il pucker maculare è un disturbo che può portare a diversi gradi di deficit visivo, a seconda della sua gravità quando viene scoperto. I suoi sintomi iniziali sono però particolarmente riconoscibili: in un primo momento ciò che verrà colpito sarà la visione dei dettagli, quindi si inizierà a soffrire di disturbi quali difficoltà nella lettura di caratteri piccoli e nella visione di particolari mentre si guida, oltre all’insorgere di miodesopsie, cioè macchie nere sulla superficie dell’occhio. In particolare, molti individui colpiti da pucker hanno testimoniato di aver avuto come primi sintomi una visione distorta, a onde, delle righe di testo all’atto della lettura, soprattutto quando si trattava di caratteri piccoli.

Pian piano, all’aggravarsi del disturbo, la vista si farà sempre più distorta, sino all’ipovisione o cecità dovuta all’apparire di una macchia su tutta la macula che impedisce la corretta visione.

Pucker maculare: come viene diagnosticato

Il pucker maculare presenta disturbi molto simili alla degenerazione maculare, ma con gli esami approfonditi del caso un medico oculista riesce a distinguere i due problemi con facilità.

Il primo esame è infatti in comune con il disturbo analogo: si tratta del Test della griglia di Amsler. Il paziente che lamenta problemi di distorsione nella vista di oggetti viene posto di fronte a una semplice griglia composta da linee orizzontali e verticali; a questo punto viene invitato a coprire un occhio e a guardare la griglia: se le linee che vede sono ondulate e distorte, l’occhio ha molto probabilmente un problema di degenerazione maculare o pucker.

Il vero e proprio esame che porta alla conferma del disturbo dell’occhio è però quello di OCT – Tomografia Ottica Computerizzata: si tratta di un esame diagnostico non invasivo che permette di ottenere scansioni dell’occhio e della retina molto precise. Queste scansioni vengono effettuate spesso dopo un’operazione per studiare la guarigione dell’occhio e capire se vi siano infezioni in corso, ma mostrano anche l’insorgere o la presenza di anomalie sulla macula. Il pucker maculare, in particolare, ha un aspetto molto riconoscibile grazie alle tipiche grinze che crea sulla superficie della retina.

Intervento laser per correzione dei pucker maculare

Una volta accertatisi che si tratta proprio di membrana epiretinica o pucker maculare, le modalità di intervento saranno principalmente due:

  1. la Vitrectomia, che consiste nella rimozione del vitreo che ha dato inizio alla creazione e sostiene la membrana affetta da pucker. Si tratta di un intervento laser all’occhio che permette di restituire la vista spesso in toto.
  2. nei casi in cui il pucker sia piuttosto avanzato e grave, si ricorre a un intervento chiamato Peeling Maculare: esso consiste nell’asportazione della membrana formatasi sulla macula che impedisce la visione parzialmente o in toto. Si tratta di un’operazione piuttosto delicata per via dello strato molto sottile che il pucker presenta e il pericolo di danneggiare la retina sottostante. Fortunatamente l’operazione è indolore e viene effettuata in giornata con anestesia locale.

La OCT di diagnosi del pucker maculare

Vision Future, grazie alla sua strumentazione all’avanguardia, mette a disposizione dei suoi pazienti il nuovissimo macchinario Maestro Topconv, una delle ultime novità nel campo della Tomografia Ottica Computerizzata (OCT), usata anche nella diagnosi di pucker maculare.

Share This