Le patologie che colpiscono il sistema oculare sono varie e di diversa entità, e alcuni disturbi comuni possono risolversi da sé o nascondere problemi più gravi; non a caso il nostro consiglio è quello di rivolgersi a un medico immediatamente appena si riscontri un’anomalia, anche nel caso in cui si tratti di semplici miodesopsie. Tra i problemi che fanno temere il peggio ma che spesso non hanno conseguenze gravi troviamo le macchie di sangue nell’occhio.

Ho una macchia di sangue nell’occhio: di cosa si tratta?

Guardarsi allo specchio e all’improvviso notare una macchia di sangue all’interno dell’occhio: di certo si tratta di una visione preoccupante e lo spavento è assicurato, specialmente quando l’individuo colpito è un bambino. Per fortuna nonostante l’aspetto grave, avere sangue negli occhi non è affatto sintomo di patologie avanzate, bensì può essere causato addirittura da un semplice starnuto.

L’apparire di una macchia di sangue nell’occhio è un accadimento comune causato dalla rottura dei capillari interni al bulbo. Come ci insegna un rapido ripasso all’anatomia oculare, il bulbo è una zona ricca di capillari sanguigni che si estendono attraverso i molteplici strati che lo compongono. In questo caso parliamo della rottura dei delicati capillari posti tra la sclera e la congiuntiva, infatti la patologia è conosciuta anche come emorragia sottocongiuntivale.

Questi capillari sono posti quasi in superficie e la loro rottura può essere conseguenza di una semplice pressione elevata interna all’occhio – per esempio uno starnuto o un colpo di tosse particolarmente violento – che provoca un riversamento di sangue appena sotto la superficie dell’occhio, e quindi l’estendersi di una macchia chiaramente visibile.

I sintomi

Una delle peculiarità delle macchie di sangue nell’occhio è che tolto il fattore estetico sono praticamente asintomatiche: contrariamente a quel che si potrebbe pensare, non sono associate a dolore o a perdita della visione. La macchia di sangue si estende sull’occhio e con il passare del tempo può cambiare colore, divenendo verdastra o giallastra (ma senza estendersi all’intero occhio, come invece abbiamo visto per l’ittero epatico) proprio come nel caso di un livido. L’apparire dell’emorragia non affligge la visione: non si riscontrano vista offuscata o l’apparire di macchie e altri comuni problemi agli occhi. In alcuni casi le macchie di sangue sull’occhio sono legate a una sensazione di corpo estraneo nell’occhio, ma ciò avviene raramente: nella maggior parte dei casi i sintomi rimangono quelli estetici.

Cause legate ad altre patologie o fattori

Come abbiamo visto più sopra, nella stragrande maggioranza dei casi le macchie di sangue nell’occhio sono dovute a cause semplici e non gravi, come starnuti, colpi di tosse, sforzo legato a vomito.

Tuttavia, l’emorragia può essere connessa con altri problemi o cause: in primis tutti gli sforzi estremi, come sollevamento di carichi troppo pesanti o fatiche fuori dall’ordinario. Macchie di sangue possono inoltre apparire in seguito a trauma cranico e frattura, ma anche dopo interventi di chirurgia oculare, soprattutto quella LASIK.

Inoltre, può essere normale l’insorgere di macchie di sangue in caso di utilizzo di farmaci anticoagulanti e di ipertensione (in questo caso spesso vi è una connessione di macchia di sangue nell’occhio e mal di testa), o ancora in caso di disturbi della coagulazione sanguigna. Infine, è necessario fare molta attenzione alle emorragie connesse con le infezioni oculari, poiché possono essere sintomo di peggioramenti nello stato dell’occhio colpito.

Cure e rimedi

Nella maggioranza dei casi in cui l’occhio è colpito da emorragia sottocongiuntivale non è necessario alcun trattamento: la macchia di sangue tende a riassorbirsi entro le tre settimane. Una visita al proprio medico di fiducia è consigliata a priori; tuttavia, se dopo circa due settimane la situazione non dovesse comportare miglioramenti di sorta, o anzi dovesse essere peggiorata, è bene rivolgersi a un oculista e andare a fondo nelle cause dell’evento in corso, perché  potrebbe nascondere altre patologie.

Emorragia sottocongiuntivale: spesso non grave, ma da non sottovalutare

L’emorragia sottocongiuntivale o macchia di sangue nell’occhio è un problema nella gran parte dei casi non grave e per il quale non è necessario preoccuparsi, perché dovuto alla semplice rottura dei delicati capillari presenti nell’occhio. Tuttavia in sfortunati casi può anche essere un sintomo di patologie più gravi, quindi è bene non ignorarlo.

Se avete domande riguardo questo problema non esitate a contattarci o a lasciare un commento qui sotto, cercheremo di chiarire i vostri dubbi.

Share This