Le cause sono molteplici: dalla congiuntivite all’eccessiva stanchezza; svegliarsi con entrambi o un occhio impastato è una condizione piuttosto fastidiosa nella quale si può comunemente incorrere.

Occhio impastato: da cosa deriva?

Che i nostri occhi abbiano ghiandole per secernere liquidi lo sappiamo tutti: basti pensare alle lacrime, sfogo emotivo ma in primis modalità grazie alla quale il nostro occhio si difende naturalmente dalle aggressioni dell’ambiente esterno. Tuttavia, mentre le lacrime sono liquide, incolori e non sporcano, nel caso in cui i nostri occhi siano vittima di infezioni o disturbi vari entra in gioco la secrezione oculare, una sostanza più o meno liquida, a volte filamentosa e non trasparente che fuoriesce e interessa la zona del bulbo e delle palpebre.

La secrezione oculare è la causa del cosiddetto occhio impastato ed è provocata da diverse patologie, generalmente ma non esclusivamente infettive, che fanno spurgare l’occhio ricoprendolo e circondandolo di secrezione mucosa, sierosa, filamentosa, purulenta e schiumosa.

Sintomi dell’occhio impastato

Quando si parla di sintomi dell’occhio impastato, alla secrezione oculare si accompagnano tutta una serie di fastidiosi disturbi secondari, tra cui occhi arrossati, bruciori, sensazione di avere qualcosa nell’occhio, prurito e piccole croste che si formano sulle ciglia dovute al disseccamento del liquido. Quest’ultimo fenomeno accade soprattutto al mattino, quando l’occhio impastato può raggiungere il massimo dei suoi sintomi, addirittura rendendo molto difficile l’apertura delle palpebre.

Inoltre, in alcuni casi l’occhio impastato può portare con sé fotofobia, cioè fastidio nell’esposizione alla luce, dovuta a una carenza di lacrime.

Le cause della secrezione oculare

Le cause di un’eccessiva secrezione oculare sono in genere dovute a infezioni in corso. Tra queste, la più famosa è la congiuntivite sia nella sua forma virale che in quella allergica, diverse in base al grado di prurito e alla tipologia di secrezione. A questa si aggiunge poi la blefarite, infiammazione del margine palpebrale a volte connessa con la rosacea, l’herpes zoster oftalmico, l’orzaiolo, l’ulcera corneale.

Anche allergie stagionali o reazioni allergiche a sostanze possono colpire gli occhi e causare un eccesso di secrezione oculare, così come avviene per il muco nasale. Stesso discorso vale per la presenza di raffreddore e influenza: gli occhi possono essere colpiti dal virus e secernere per conseguenza liquido viscoso.

Secrezione: quando sono colpiti gli occhi dei bambini

Gli occhi impastati possono colpire anche i più piccini: è bene fare attenzione allo stato degli occhi dei bambini soprattutto al mattino, poiché molto possono dirci sulla presenza di un’eventuale infezione in corso. Non è infatti raro che i più piccoli vengano colpiti da congiuntivite, ma in caso si tratti di un’età nella quale ancora non parlano la fastidiosa condizione potrebbe passare inosservata.

I rimedi

Esistono rimedi naturali per ovviare all’eccessiva secrezione oculare: spesso la condizione non è grave quanto fastidiosa, quindi il consiglio è quello di applicare impacchi di camomilla per attenuare prurito e dolore e tenere pulita la zona; inoltre si consigliano lacrime artificiali per evitare la secchezza oculare, che inasprirebbe le condizioni dell’occhio colpito.

Tuttavia, il consiglio è quello di rivolgersi al proprio medico di fiducia per una visita di controllo: scoprire la causa esatta dell’occhio impastato aiuterà a guarire più velocemente, escludendo allo stesso tempo altri disturbi.

Avete dubbi o domande sull’occhio impastato e la secrezione oculare? Non esitate a contattarci o a lasciare un commento qui sotto, sarà un piacere rispondere alle vostre domande.

Share This