Si tratta di un disturbo largamente diffuso e che può capitare in qualsiasi momento, data anche la varietà di problemi oculari dei quali è sintomo: si tratta del prurito all’occhio, disturbo fastidioso che può nascondere patologie anche gravi. Vediamo insieme da che cosa può essere provocato.

Perché prudono gli occhi?

Abbiamo affrontato ormai moltissime patologie oculari su questo blog, e tra queste uno dei sintomi più diffusi è proprio il fastidioso prurito oculare; pensandoci bene, non sarà una sorpresa: la complessa anatomia dell’occhio, composta da una quantità di strati e componenti, e il fatto che la superficie del bulbo sia a contatto con l’ambiente circostante, rendono questa zona del nostro corpo particolarmente delicata nonostante le protezioni naturali come il film lacrimale e la congiuntiva. Non è quindi raro che l’occhio sia vittima di infezioni, irritazioni e allergie. Tuttavia, le cause del prurito all’occhio possono essere anche legate a patologie più serie in corso, quali disturbi legati all’età o virus per esempio.

I sintomi associati al prurito agli occhi

Il prurito agli occhi come abbiamo appena visto è un sintomo più che una patologia, ma a sua volta si presenta in associazione a sintomi ben precisi. Tra questi vi sono:

Patologie e disturbi connessi con il prurito oculare

Esiste un ampio ventaglio di disturbi che hanno tra i loro sintomi l’occhio che prude, dalle allergie alle irritazioni, sino alle condizioni più serie e gravi. Ecco una lista di quelle più diffuse:

Allergia oculare

Il prurito agli occhi può essere connesso con un’allergia stagionale o con una congiuntivite allergica: si tratta di disturbi che possono essere provocati sia dai pollini nell’aria, sia dal contatto con sostanze nell’ambiente circostante.

Irritazione

Gli occhi sono delicati e nonostante le protezioni naturali che il nostro corpo mette in atto, possono facilmente cadere vittima di irritazioni. In genere si tratta di eventi causati dal contatto con sostanze o copri estranei, ma possono essere correlate anche con un make up troppo aggressivo o il semplice utilizzo di lenti a contatto.

Occhio secco

La secchezza oculare è una delle patologie più comunemente connesse con il prurito all’occhio: la rarefazione del liquido lacrimale sulla superficie del bulbo crea uno sfregamento della palpebra, con conseguente irritazione.

Retinopatia diabetica

Diabete e problemi al sistema visivo sono purtroppo connessi; uno di questi è la retinopatia diabetica, che tra i suoi sintomi ha anche il prurito oculare.

Degenerazione maculare senile

L’invecchiamento della macula, parte centrale della retina, è uno dei problemi più diffusi e gravi dell’avanzamento dell’età oculare; oltre a immagini distorte e scotoma, la degenerazione maculare può portare con sé anche prurito oculare.

Rosacea oculare

Più che una patologia connessa con la salute degli occhi, la rosacea è una malattia della pelle: si tratta infatti di una forma di acne con decorso progressivo che in una sua forma può colpire la zona oculare e anche gli occhi stessi. In questo caso tra i sintomi vi sono anche arrossamento, gonfiore e prurito.

Blefarite

La blefarite è una patologia infettiva che colpisce la palpebra, provocandone gonfiore e rossore, e porta con sé anche un fastidioso prurito.

Glaucoma

Una delle patologie oculari più gravi che portano con sé prurito tra gli altri sintomi è il glaucoma: questa malattia colpisce il nervo ottico sia in persone geneticamente predisposte, sia in connessione con l’età del paziente. È un disturbo molto grave poiché se trascurato può portare a cecità.

Cataratta

Infine, tra le patologie connesse con il prurito oculare, vi è la cataratta: questo disturbo, che noi conosciamo bene perché il nostro centro di Nizza è specializzato nella correzione della cataratta, può portare tra i suoi sintomi anche un fastidioso prurito oculare.

Prurito oculare: un fastidio dalle molte cause

Come sarà chiaro, le cause alla base del prurito oculare sono davvero varie e molteplici, nonché di diversa gravità. Al persistere del problema è consigliata una visita specialistica – noi la facciamo gratuitamente, contattaci per approfittarne – per comprendere quale possa essere la causa scatenante e dunque riuscire a intervenire nel modo migliore possibile.

Share This