L’occhio è una delle parti più delicate e complesse di quella meravigliosa macchina che è il corpo umano. Proprio per questo vari e numerosi sono i problemi agli occhi che possono colpire la vista e portare disturbi: vediamo insieme una lista delle principali malattie degli occhi.

Ametropie e disturbi della vista

Le prime patologie oculari che vengono in mente non possono che essere le ametropie e tutti quei disturbi che impediscono o inficiano una corretta visione. Miopia, ipermetropia, astigmatismo e presbiopia sono tra le cause più comuni di visione debilitata, anche a causa della fisiologicità di questi disturbi con l’avanzare dell’età.

A queste si aggiunge il cheratocono, distrofia degenerativa della cornea che può colpire un solo occhio o entrambi e che si divide in cheratocono frusto e degenerativo.

Malattie infettive dell’occhio

Piuttosto comuni sono anche le patologie che colpiscono la zona oculare causate da virus e infezioni, spesso dietro al perché lacrimano gli occhi o all’occhio impastato da secrezioni oculari. In particolare ricordiamo:

  • la congiuntivite, patologia infettiva che infiamma la congiuntiva provocando innumerevoli fastidi, tra cui lacrimazione, secrezioni oculari, bruciore e pruriti;
  • l’herpes all’occhio, disturbo altamente infettivo provocato dal virus dell’Herpes Simplex di tipo 1;
  • la blefarite ulcerativa, infiammazione che colpisce la palpebra a seguito dell’azione dello stafilococco e che ha sintomi simili ai fastidiosi disturbi provocati da congiuntivite ed herpes, quali prurito, secrezione, bruciore, occhi arrossati e impastati.

Malattie dell’occhio legate all’età

Il nostro corpo invecchia, e con esso anche il sistema oculare inizia a perdere acuità e il funzionamento completo dei suoi meccanismi naturali e intrinseci. Ne conseguono disturbi spesso degenerativi legati all’età che possono essere rallentati ma nella maggior parte dei casi non fermati. Tra questi anche le ametropie e i disturbi della vista: per esempio la presbiopia ha un alto tasso di insorgenza dopo i 40 anni, e in generale il declino delle funzioni accomodative dell’occhio dopo i 40-50 anni provoca un calo della vista fisiologico. D’altro canto, non tutte le patologie comunemente connesse con l’età si limitano a questa causa: molte di esse possono colpire anche i più giovani se di natura ereditaria o causate da traumi o altre patologie.

Tra le malattie dell’occhio generalmente connesse con l’età troviamo:

  • la cataratta, patologia oculare molto comune negli anziani provocata dalla perdita di trasparenza del cristallino, che ha come conseguenza l’abbassamento di qualità e ampiezza della visione; fortunatamente la cataratta può essere corretta con un’operazione sempre più all’avanguardia, fermando di fatto l’azione del tempo;
  • il glaucoma, probabilmente la malattia oculare più pericolosa perché silenziosa, tanto da essere tra le principali cause di cecità a livello mondiale; il glaucoma può essere connesso con l’avanzare dell’età e provoca una lenta perdita della vista con restringimento del campo visivo. Può essere risolto solo se diagnosticato nelle sue fasi iniziali, e questo, in aggiunta al suo essere inizialmente asintomatico, rende cruciale la diagnosi tempestiva;
  • la degenerazione maculare senile, patologia direttamente connessa con l’età avanzata che colpisce la macula, la zona dell’occhio che è preposta alla visione centrale, creando di fatto una zona d’ombra nel centro del campo visivo. Questa malattia dell’occhio ha tra i suoi sintomi le drusen maculari, piccole formazioni di residuo proteico-lipidico che si formano sotto la retina;
  • i pucker maculari, altro disturbo che riguarda la macula e che è spesso legato all’avanzare dell’età: si tratta di grinze e pieghe che si formano sulla retina, inficiando la corretta visione. I pucker non sono da confondere con i fori maculari, che sono invece lacerazioni della macula non necessariamente legate all’invecchiamento.

Malattie oculari che colpiscono la cornea

  • Il leucoma corneale è di fatto una cicatrizzazione della superficie della cornea in seguito a operazione chirurgica o a trauma. Esso opacizza la superficie dell’occhio, creando ovvi problemi alla visione;
  • si parla invece di ulcere corneali nel caso in cui vi sia una lacerazione della cornea dovuta a sfregamento o all’azione di componenti virali quali l’Herpes Simplex, o ancora all’irritazione dovuta al contatto con sostanze chimiche.

Malattie che colpiscono la retina

  • La retinopatia diabetica proliferante è una malattia oculare molto grave che colpisce la retina degli individui colpiti da diabete mellito e che si stima sia alla base del maggior numero di nuovi casi di cecità a livello mondiale;
  • il distacco della retina è una delle patologie dell’occhio più gravi, soprattutto se non trattata, poiché agli stadi più avanzati comporta cecità; si tratta del sollevamento della retina, che si distacca dalla parte inferiore dell’occhio, danneggiando la vista. Il distacco della retina può essere provocato da diverse cause, tra cui l’età, forti traumi e le conseguenze della chirurgia oculare.

Malattie oculari che colpiscono la congiuntiva

  • La pinguecola è una patologia oculare che colpisce la congiuntiva, la membrana che protegge l’occhio unendo il bulbo con l’interno della palpebra, e consiste nell’ispessimento di alcune sue zone con conseguente opacizzazione e colorazione prima biancastra e poi sempre più gialla; non è da confondere con la sclera gialla o ittero epatico, provocata da disturbi legati al fegato.

Patologie esterne della zona oculare

Le malattie dell’occhio non riguardano solo il bulbo, ma possono colpire e creare fastidi anche all’esterno, interessando palpebre e zona ciliare.

  • il calazio e l’orzaiolo sono due patologie che interessano proprio questa zona esterna all’occhio, in particolare le ghiandole di Meibonio e le ghiandole di Zeis: questi due disturbi chiudono i fori ghiandolari e per conseguenza provocano un rigonfiamento interno alla palpebra dal quale consegue una pallina di liquido dolorosa;
  • la miochimia palpebrale o palpebra che trema è un disturbo non grave dovuto generalmente allo stress, che provoca la micro-contrazione dei muscoli della palpebra che sono quindi affetti da tremore;
  • la rosacea oculare, disturbo legato alla rosacea cutanea (una forma di acne a decorso progressivo) che va a colpire la zona intorno agli occhi e infine gli occhi stessi, provocando gonfiore delle palpebre, rossore e sensazione di avere qualcosa nell’occhio.

Disturbi oculari: un problema esteso

Le malattie dell’occhio non si esauriscono qua: nel prossimo articolo ne elencheremo altre connesse con la pupilla, il bulbo e la percezione visiva.

Share This