Impianti intraoculari

Oggi, quasi tutti i difetti visivi possono essere corretti chirurgicamente e gli impianti intraoculari si usano solo per le grandi miopie e ipermetropie. Il femtosecondo 100% laser, per esempio, permette di trattare la miopia (associata o no all’astigmatismo) fino a -12 diottrie, e l’ipermetropia (associata o no all’astigmatismo) fino a +6 diottrie, ed è la tecnica più utilizzata per la correzione delle ametropie e dei problemi visivi.


Che cos’è un impianto intraoculare?

L’impianto intraoculare è una lente inserite all’interno dell’occhio per focalizzare i raggi luminosi sulla retina e dare una visione limpida; essa viene posizionata dietro l’iride o può essere accompagnata dall’estrazione del cristallino. Questo sistema è perfettamente tollerato dall’occhio e non si hanno mai rigetti, e inoltre fa parte delle cosiddette “chirurgie reversibili” perché, in caso di necessità o insorgere di problemi, è possibile togliere la lente artificiale.


Come si svolge l’intervento di impianto intraoculare

Il primo step risale al giorno precedente l’intervento, quando il paziente verrà visitato dall’anestesista come è consuetudine nelle operazioni chirurgiche. L’indomani il paziente sarà invitato a recarsi in clinica a digiuno: nonostante l’anestesia sia solo locale, viene richiesto il digiuno per sicurezza. Una volta entrato in sala operatoria il paziente ne uscirà dopo circa 15 minuti e potrà ritornare a casa, possibilmente accompagnato da un parente o chi per lui.


Cosa succede dopo l’intervento? Quali sono i risultati?

Il post operatorio è indolore. La visione migliora rapidamente e si recupera normalmente in qualche giorno. Si dovrà seguire un trattamento a base di colliri per alcuni giorni e poi fare una visita all’anno. La vista sarà finalmente limpida e chiara, e sarà possibile condurre la vita di tutti i giorni finalmente liberi dagli occhiali. In certi casi si consiglia una piccola correzione con occhiali sopratutto per guidare di notte. È importante sottolineare che l’occhio operato non è più sensibile o più fragile rispetto a prima, e che saranno possibili altri interventi futuri, come per esempio quello di correzione della cataratta in caso dovesse insorgere nel tempo.

VUOI CURARE IL TUO DIFETTO?
TECNICHE E CURE
DIAGNOSTICA

ALTRE MALATTIE DELL’OCCHIO

PATOLOGIE COMBINATE

Miopia e Astigmatismo
Miopia e Presbiopia
Presbiopia e Astigmatismo
Astigmatismo e Ipermetropia
Ipermetropia e Presbiopia