Che cos’è la Tomografia a Coerenza Ottica?

L’ OCT (Optical Coherent Tomography), ovvero tomografia a coerenza ottica, è un esame diagnostico, non invasivo, che permette di dare preziose informazioni sullo spessore della retina, sulla sua conformazione e sul rapporto tra i diversi strati che la compongono.   

Attraverso le molteplici immagini riguardanti lo stato della retina, si ha la possibilità di analizzarla e di fornire una visione completa della macula (area centrale del tessuto retinico che ci consente di leggere, vedere i volti, etc).

Come funziona l’ OCT ?

tomografia-ottica-computerizzataÈ una metodica che permette di ottenere scansioni retiniche e corneali precise e chiare, attraverso le quali è possibile analizzare nel dettaglio i diversi strati della cornea e del nervo ottico. Tutto questo avviene sfruttando un raggio di luce a bassa coerenza, molto simile a quello che fa un sonar con i fondali (a livello acustico) e grazie all’analisi computerizzata della luce riflessa dai tessuti è possibile ricostruirne la struttura in due D o tre D.

Come viene fatta la tomografia ottica computerizzata e quando dura l’esame?

La durata dell’analisi è breve, dura circa quindici minuti.
Il paziente viene fatto accomodare di fronte allo strumento e gli viene chiesto di fissare un punto luminoso. Da lì in poi, vengono scattate una serie di “fotografie” alla struttura oculare da analizzare. L’OCT e’ un esame preciso che grazie agli apparecchi attuali, può essere eseguito senza la dilatazione della pupilla, mantenendo comunque risultati ottimali. In quanto non invasivo, necessita solamente della messa in posa del collirio midriatico.  È una metodica che consente di sottolineare  le alterazioni intraretiniche come le raccolte fluide (edema interstiziale o cistico, schisi intraretinica), la presenza di materiale anomalo (sangue, colesterolo) o per esempio fori a spessore parziale o totale.

A cosa serve la tomografia a coerenza ottica computerizzata?

Questo esame consente la diagnosi e il follow up di molteplici disturbi, come la degenerazione maculare senile, la retinopatia diabetica ed é inoltre utilissima nei pazienti affetti da glaucoma perché e’ in grado di misurare lo spessore delle fibre nervose che cingono il nervo ottico mettendo in evidenza, in alcuni casi, se ci sono alterazioni  precoci delle stesse quando il campo visivo é normale; cosi’ facendo permette di iniziare tempestivamente una terapia per rallentare la progressione della patologia


La tomografia a coerenza ottica e’ un test digitalizzato e permette altresì, il confronto tra i diversi esami fatti nel tempo, fornendo al paziente le mappe differenziali circa il suo stato di salute.
E’ un esame che viene utilizzato anche per diagnosticare tempestivamente molteplici e ulteriori patologie, quali: membrane epiretiniche, fori maculari, èdema maculare, degenerazioni maculari dovute all’età, ecorioretinopatia sierosa centrale.

 

L’OCT provoca dolore e ha conseguenze?

Assolutamente no, si tratta di un esame del tutto innocuo, per cui il paziente non avverte il minimo dolore e non e’ minimamente pericoloso, dato che viene impiegato un fascio laser che non emana radiazioni dannose. Inoltre non richiede nessun tipo di preparazione.


Chi lo può fare?

L’OCT puo’ essere eseguito da tutte le persone che sospettano un disturbo o patologia retinica, corneale o del nervo ottico.
Non si può eseguire in chi presenta assenza di fissazione, opacità dei mezzi diottrici oculari e un’alterazione del film lacrimale.


CONCLUSIONI


La Tomografia a coerenza ottica (OCT) è un esame veloce e innocuo, non invasivo, che permette in poco tempo di diagnosticare un relativo numero di disturbi oculari, legati a retina e cornea. Fornendo la possibilità di un futuro follow up, permette il confronto dei dati ottenuti e una continua supervisione della situazione oculare.

Presso il nostro centro potrete effettuare la tomografia a coerenza ottica (OCT), siamo dotati del nuovissimo Maestro Topcon.

RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO O PRENOTA UNA VISITA!